Alla scoperta...

Dei castelli italiani

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi"
- Marcel Proust -
Castello Orsini di Nerola in Sabina nel Lazio Italia

Se ti parliamo di castelli medievali, mura possenti, fossati, merlature, rovine spettrali, torri e fortezze, in quale paese del mondo viaggia la tua immaginazione?

Sicuramente non in Italia!

Castello di Bernalda in Basilicata Italia
Castello di Breno in Valcamonica in Lombardia Italia

Avrai sicuramente pensato alla Scozia e alla Francia. Forse al resto della Gran Bretagna e alla Spagna. Di certo non possono esserti sfuggite la Germania, l’Austria o la Romania!

Eppure, nel periodo che va dal X al XII secolo d.C., l’Italia fu uno di quei paesi in cui il fenomeno dell’incastellamento si rivelò più marcato, poiché sorse la necessità di proteggersi dalle invasioni ungare, saracene e normanne.

I castelli nostrani hanno un potenziale da far invidia a tutto il mondo… ma purtroppo stanno morendo, in quanto lasciati all’incuria, ignorate, vandalizzate. Presto, molti castelli italiani spariranno, inghiottite dal tempo.

Siete curiosi di scoprire i castelli italiani?

Possenti mura di pietra costruite attorno ad un’imponente torre longobarda alta circa 30 metri; una fortezza costruita a picco sulla cresta di una dolina carsica.

Un castello a guardia di una verde e fredda valle alpina; due cinte murarie merlate ancora intatte; un enome patrimonio preistorico ai suoi piedi.

Una fortezza le cui mura si fondono con la rupe tufacea su cui sorge; l’imponente torrione circolare che svetta sul paesaggio; la doppia entrata che schiude le porte della città.

Lo scheletro di un bellissimo borgo fortificato sulla bianca roccia carsica; il suo sguardo rivolto verso il suo compagno più a valle; un terremoto devastante che lo rase al suolo.

Solide mura che circondano un borgo ancora abitato; 25 torri che lo difendono dagli stranieri; la bellezza dei panni stesi al vento sui mattoni secolari.

La regina che svetta su un monte solitario; una torre perfetta regna sulle distese brulle della Val d’Orcia; un inquilino sgradito ma alquanto intrigante.

Un fascino quasi arabeggiante; delle torrette circolari che sembrano nascere dalle mura; il ruolo di guardiano della valle per il Matese.

Una struttura fortificata alla Hogwarts; le tre cinte murarie che nascondo questo sfavillante gioiello; un rilassante panorama bucolico che si estende al suo cospetto.

Le onde del mare che si infrangono sugli scogli; il colore rosato delle sue mura; il cimitero infestato nelle sue fondamenta.

Un piccolo maniero che svetta su una collinetta; la vegetazione che la avvolge in un dolce abbraccio; delle rovine romantiche che fanno viaggiare fino in Scozia e Galles.

Snelle torri merlate di un grigio scuro; un bosco incantato abitato da fate e gnomi; il classico castello delle fiabe.

La campagna ciociara che si estende ai suoi piedi; l’enorme cinta muraria che circonda tutta la collina; il borgo medievale che gli si sviluppa intorno.

La vedetta stanca di una cittadina ciociara; la grande collina boscosa che lo nasconde alla vista; i resti di un tempio preromano tra le rocce su cui sorge la fortezza.

Il fiero signore del lago; gli interni sfarzosi del Rinascimento ancora intatti; il camminamento sulle mura merlate.

Un intero villaggio costruito su una parete rocciosa; un castello che spunta da sotto una grotta; pitture rupestri preistoriche in un riparo poco distante.

La vista sulla rigogliosa Valle del Tevere; un castello incastrato tra le vie di paese; un’eleganza che lo caratterizza dal XIV secolo.

Una gigantesca fortezza riconvertita in monastero; una stupenda cucina intatta fin dal Medioevo; un macabro e silenzioso mistero ancora irrisolto.

Un piccolo maniero incastonato sulle pendici dei monti; un suggestivo borgo montano; un meraviglioso percorso che si snoda tra le Dolomiti Lucane.

Una modesta residenza di mare; una meravigliosa sala affrescata da Pietro da Cortona; un inaspettato benvenuto principesco.

Una bellissima rovina oscura; una croce rossa come testimonianza del passaggio nazista; un fantasma irrequieto e piuttosto cruento.

Un palazzo dalla facciata ingannevole; un tesoro artistico celato nelle sale ai piani superiori; una storia narrata dagli eredi dell’antica casata.

Una grossa torre medievale che osserva una chiesa; un oscuro segreto nascosto alla vista; un mistero ancora da svelare.

Un imponente maniero abbandonato in un bosco; storie di saccheggi e incendi; il definitivo addio dei suoi abitanti.

La terrazza più alta di Roma; un passato che si tramanda dai Romani; una storia cruenta che ha spezzato una giovane vita.

Un avamposto strategico tra due potenze medievali; la vista sulla montagna più alta del Lazio; un anonimo borghetto della Sabina.

I ricordi spezzati di un antico borgo; lo scheletro di un palazzo rinascimentale; una celebre firma sui monumenti sparsi per la cittadina.

Le Torri del Circeo

In arrivo…

Il Castello di Fumone

In arrivo…

Castello Colonna di Arnara in Ciociaria nel Lazio Italia

Il Castello Colonna di Arnara

In arrivo…

La Rocca di Ornaro

In arrivo…

La Torre San Lorenzo

In arrivo…

Tor San Lorenzo nel Lazio Italia

Il Castello di Passerano

In arrivo…

Su di noi...

Ciao e benvenuti sul nostro blog.

Ciao, sono Gianluca.

Appassionato di scrittura, fotografia, lingue e culture straniere. Adoro mangiare e assaggiare piatti tipici. Viaggiare è la mia vita e le rotte non turistiche sono la mia massima aspirazione.

Sono un tipo avventuroso e un sognatore.

Rovinde di Saqqara al Cairo in Egitto

Ciao, sono Fabiano.

Scrivo da quando ho memoria. Sono appassionato di psicologia e di ogni genere di libro. Per il mio appetito vorace, da bambino mia madre mi chiamava “pellicano rosso”.

Sono una persona calma e razionale.

Siete curiosi di conoscerci? Siamo due persone con molte passioni in comune. Tre di queste sono: il viaggio, la scrittura e la Storia. Oltre ad essere due buone forchette, siamo migliori amici e compagni dell’avventura più straordinaria di sempre: la vita.

Per noi il viaggio è la ricerca di noi stessi e la scoperta di nuovi percorsi. I nostri viaggi sono sempre organizzati nel minimo dettaglio. Ci piace l’autonomia e il rischio che ne deriva.

Se volete saperne di più, cliccate qui sotto.

A presto!

0
Follow by Email
Instagram
Torna in alto