Spello, la cittadina in cui è sempre primavera

Ai piedi del Monte Subasio, nel cuore delle verdi valli umbre, sorge la bellissima cittadina di Spello, circondata dalle sue mura romane ancora intatte. In questo paesino ce n’è davvero per tutti i gusti.

Porta Venere a Spello in Umbria Italia
Porta Venere e Torri di Properzio

È una meta affascinante per gli amanti dell’archeologia, per gli appassionati dell’arte, ma anche per chi vuole solamente fare una passeggiata in un tipico paesino dell’Umbria, pieno di vicoli profumati e norcinerie. I suoi edifici di pietra in vecchio stile sono davvero caratteristici, per non parlare delle porte romane disseminate per tutta la città.

Nonostante tutte queste bellezze, la caratteristica che rende Spello una meta ambita sono… provate a indovinare… i fiori! Sì, perché i vicoli sono decorati con piante, foglie, vasi, fiori. L’atmosfera pittoresca vi permette di fare delle foto coloratissime, non solo nel periodo delle infiorate di maggio. Ovviamente in primavera è tutto più vivace e variopinto, ma troverete decorazioni floreali tutto l’anno.

Vicolo con vasi di variopinte viole wittrockiane
Porta medioevale con targa

Questa cittadina fu fondata dagli Umbri (popolazione di origine greca) e solo nel I secolo a.C. divenne colonia romana, assumendo il nome di Hispellum, da cui deriva l’attuale Spello.

Parcheggiando fuori dal centro storico, si può passeggiare attorno alla sua immensa cinta muraria che attesta l’importanza della città in epoca romana. Infatti, fu denominata dall’imperatore Ottaviano Augusto Splendidissima Colonia Julia. I suoi abitanti ne vanno talmente fieri da aver apposto su una delle porte di accesso alla cittadina una targa che cita proprio questo elogio!

Tutta questa magnificenza, però, appassì con la discesa dei Barbari, che trasformarono Spello in una misera borgata. Ritrovò un po’ della sua opulenza quando fu annessa al Ducato di Spoleto sotto i Longobardi e i Franchi e, infine, quando divenne proprietà del Papato. Agli inizi del XVI secolo il Papa diede Spello alla sovrintendenza della nobile famiglia Baglioni, alla quale è dedicata una cappella totalmente affrescata dal Pinturicchio nella Chiesa di Santa Maria Maggiore, probabilmente edificata sui resti di un tempio romano dedicato a Giunone e Vesta.

Madonna in trono e santi del Pinturicchio

Ma non è la sola chiesa ad avere affreschi importanti. La Chiesa di Sant’Andrea, infatti, ospita la famosa Madonna in trono e santi del Pinturicchio ed una piccola cappella alla sinistra dell’entrata con affreschi risalenti all’Alto Medioevo!

Volete sapere cosa vedere a Spello?

Come ogni rilevante città romana, anche Spello ha vari accessi nelle mura, le più significative e intatte di tutta Italia! Siamo entrati nel borgo da Porta Venere, chiamata così per la sua vicinanza al tempio della dea della bellezza. È la più bella porta romana che abbiamo mai visto fino al 2022, prima di Porta Borsari di Verona. Ha tre aperture arcuate ed è affiancata da due torrioni sempre di epoca romana, costruiti per la difesa e il controllo del territorio.

Porta Venere a Spello in Umbria Italia
Porta Venere vista dall’esterno

Porta Urbica è l’unica, tra le porte principali, a essere ancora incassata nelle mura dell’antica città. È più semplice di Porta Venere, ma non meno affascinante, sapendo che era collegata a quest’ultima da una stradina sotterranea. Sono presenti ancora le scale romane che salgono fino in città!

Porta Urbica a Spello in Umbria Italia
Porta Urbica e mura romane con loggia medievale

La Porta Consolare si trova nell’attuale piazza del mercato, circondata tutte le domeniche dai vivaci stands del mercatino. Poiché in epoca romana era il principale accesso, la porta venne affiancata successivamente da una torre medioevale. Mentre sulla sua facciata principale, sono collocate tre statue, probabilmente provenienti dall’antica area dell’anfiteatro.

Salendo verso la cima del paese, è anche possibile perdersi tra i romantici vicoli pieni di fiori colorati. E perché non ammirare il panorama mozzafiato sulla pianura umbra, punteggiata di campi coltivati e sormontata dalle montagne lontane? Inoltre, all’imboccatura di una via del belvedere, c’è una porta di epoca romana che invita i turisti ad attraversarla, come se fosse l’entrata per un mondo parallelo.

Si tratta di Porta dell’Arce o dei Cappuccini.

Porta Consolare a Spello in Umbria Italia
Porta Consolare con scavi archeologici
Porta dell'Arce a Spello in Umbria Italia
Porta dell'Arce o dei Cappuccini

Spello è una cittadina tutta da scoprire. Rimarrete incantati dalla sua atmosfera medievale e dal profumo dei fiori. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma vale davvero la pena visitarla e immergersi nei suoi stretti vicoli in pietra. E poi la gente è cordiale.
Avete il desiderio di fare una passeggiata in un luogo diverso dal solito parco o la solita spiaggia? Allora prendete la macchina e addentratevi in questa perla adagiata su una piccola collina umbra, come una ciliegina sulla torta.

Siamo certi che vi piacerà! Si trova a pochissimi minuti di distanza da Assisi, perciò vi consigliamo di includerla nel vostro tragitto.

Vicolo con vasi di piante ornamentali
0
Seguici anche qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram
Torna in alto