ALLOGGI INSOLITI IN CUI DORMIRE IN ITALIA – PARTE 1

Dopo una meravigliosa giornata di esplorazioni, cosa c’è di meglio che passare la notte in un luogo particolare per assaporare appieno l’essenza di una regione?

Le strutture selezionate sono quelle in cui, fino ad oggi, abbiamo avuto il piacere di soggiornare. Ne troverete altre nella parte 2, nella parte 3 e nella parte 4.

1 - DORMIRE NEL NURAGHE DEL LAGO COGHINAS (SARDEGNA)

Non si può dire di aver visto la Sardegna senza aver esplorato i cunicoli di almeno uno degli 8.000 nuraghi che, fin dalla preistoria, tempestano il suolo sardo da Nord a Sud, da Est a Ovest: Santu Antine, Losa, Su Nuraxi di Barumini, Palmavera, La Prisgiona…

Dormire nel Nuraghe del Lago Coghinas in Sardegna Italia
Nuraghe del Lago Coghinas in Sardegna Italia

Ed ecco che, sulla sommità di una collina affacciata sul roccioso Lago Coghinas, si erge una riproduzione del tholos delle antiche fortezze nuragiche: il Nuraghe del Lago Coghinas. Non bisogna lasciarsi ingannare dal suo affascinante aspetto rudimentale. All’interno si può dormire coccolati dagli agi dell’era moderna: letti comodi, bagnetto privato, wi-fi, TV, condizionatore, ristorante con piatti tipici… Il tutto ammantato da una profumata aura floreale. I gestori organizzano anche tour in barca sul lago, sedute e incontri di cucina, meditazione e relax psicofisico.

2 - DORMIRE NEL CASTELLO ORSINI DI NEROLA (LAZIO)

Ben pochi conoscono l’immenso patrimonio medievale dell’Italia. Alcuni dei circa 25.000 castelli italiani si possono visitare, altri si possono ammirare dall’esterno, in altri ancora si può… dormire!

Castello Orsini di Nerola in Sabina nel Lazio Italia

Nella campagna sabina, vera oasi di pace situata nel Nord-est del Lazio, all’improvviso i Monti Lucretili si schiudono come un’ostrica per rivelare la perla al loro interno.

Dormire nel Castello Orsini di Nerola in Sabina nel Lazio Italia

Il Castello Orsini di Nerola sorge sul cucuzzolo di una piccola collina dei preappennini e stupisce l’osservatore lontano con la sua magnificenza! Le merlature ancora intatte, i massicci torrioni e la sua struttura medievale, degna del Castello di Hogwarts, diventeranno la vostra casa per tutte le notti che vorrete!

 Si può scegliere tra la Stanza del Principe Flavio Orsini e quella del Capitano, si può dormire nelle torri o nelle stalle, avere una cena al lume di candela nella prigione del maniero subito dopo aver goduto di una visita guidata nelle sale maestose.

3 - DORMIRE IN UNA DELLE TORRI MEDIEVALI DI SAN GIMIGNANO (TOSCANA)

Avete mai pensato di poter diventare i Signori di una cittadina medievale? A San Gimignano è possibile dormire in una delle 14 torri, l’unica abitabile!

 

Dormire nella Torre Salvucci Maggiore a San Gimignano in Toscana Italia
Torre Salvucci Maggiore a San Gimignano in Toscana Italia

Torre Salvucci fu costruita nel XII secolo, insieme alla sua gemella, dagli omonimi nobili guelfi. Nella “Manhattan del Medioevo” si faceva a gara a chi potesse permettersi di costruire la torre più alta, al fine di dimostrare supremazia e potere.

Grazie alla coraggiosa inizitiva e all’amirevole gentilezza dei proprietari, il sogno di vivere dentro un tale pezzo di storia può diventare realtà, godendo però di tutti i confort del nostro secolo. Alloggiare nella Torre Salvucci Maggiore significa avere la città ai propri piedi, dalla vertiginosa altezza di 42 metri (11 piani tutti vostri, con 143 gradini); significa rilassarsi sulla terrazza, circondati dalla meraviglia delle altre 13 torri che trafiggono il cielo stellato, e seguire il volo dei corvi all’alba e al tramonto; significa dormire e mangiare a contatto con mura pregne di energia antica, magari ascoltando melodie medievali al lume di una candela che riverbera su finestre e feritoie. E tranquilli, l’energia del passato vibra in ogni angolo, ma nessun fantasmino verrà a pizzicarvi le dita nel sonno!

4 - DORMIRE IN UNA YURTA “SOUL SHELTER” (PIEMONTE)

Quando si pensa a Torino, vengono subito in mente le comodità e l’eleganza della grande città. Ma i boschi che la circondano celano un angolino spirituale tutto da scoprire. Spedite direttamente dalle steppe della Mongolia, la Yurta Om e la Yurta Shanti vi trasmetteranno la serenità delle culture orientali.

Tra le note aromatiche dell’incenso e della musica induista, si può semplicemente dormire oppure partecipare a incontri e corsi spirituali, fare un bagno nella piccola piscina riscaldata. Finalmente niente TV, nelle Yurte Soul Shelter si è completamente a contatto con la natura, senza però privarsi di una buona connessione. Tutto biologico, persino il bagno è ecologico! Un’esperienza davvero mistica, capace di accarezzare i sensi e lo spirito. Complimenti a Fiorella e Chantal!

Yurta Soul Shelter a Torino in Piemonte Itlaia
Dormire nella Yurta Soul Shelter a Torino in Piemonte Itlaia

5 - DORMIRE IN UNA CASA MEDIEVALE PRESSO “LA CONFRÉRIE DU MOYEN ÂGE” (VALLE D’AOSTA)

Se volete varcare un portale immaginario che vi catapulti indietro nel tempo di 1000 anni, questo è il posto perfetto in cui dormire. L’atmosfera che si respira è unica: oggetti di antiquariato, scricchiolanti scale di legno, pareti di pietra, un grande camino accogliente sormontato da trofei di caccia, botole nei pavimenti. Sarete accolti dalla meravigliosa famiglia Bessone. Una famiglia fuori dal comune, piena di talenti (Marco e Giada portano nelle mani il dono dell’arte, Monica è capace di creare delle meraviglie in cucina, con gli alimenti locali di un paesino che conta poco più di 10 abitanti). Vi faranno sentire protetti e coccolati. Monica sarà la vostra “mamma”; Marco vi farà sorridere e vi affascinerà con i suoi racconti; Giada, con la sua grazia medievale, contribuirà a rendere l’atmosfera ancora più magica.

Confrérie du Moyen Âge in Valle d'Aosta Italia
Dormire nella Confrérie du Moyen Âge in Valle d'Aosta Italia

Dormirete comodamente sotto soffitti a travi di legno e vi godrete una jacuzzi sotterranea. Potrete provare un’eccezionale cena al lume di candela vestiti in abiti medievali e accompagnati da melodie antiche. Anche i gestori vi serviranno i piatti valdostani in abiti d’epoca.

La Confrérie du Moyen Âge accarezza tutti i sensi: la vista, con l’ambientazione medievale; l’olfatto, con l’odore antico del legno; il gusto, con le prelibatezze di Monica e i prodotti tipici delle montagne; il tatto, con la preziosità dei manufatti e gli oggetti antichissimi; l’udito, con le melodie del Medioevo.

0
Seguici anche qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram
Torna in alto